La Scozia e le location di Outlander, il viaggio da fare nel 2016!

La Scozia e le location di Outlander, il viaggio da fare nel 2016!

Febbraio è il mese in cui inizio a fantasticare sui viaggi che vorrei fare; tra le mete che m’ispirano di più ormai da anni c’è la Scozia. Outlander (ve lo ricordate? ne ho parlato qui) con la sua fotografia così affascinante dei paesaggi scozzesi ha sicuramente contribuito ad accrescere questo desiderio che già da vari anni è nella wish list dei viaggi da fare. E così durante il pigro pomeriggio di domenica mi sono imbattuta nel sito Visit Scotalnd e girovagando nel portale, immaginandomi già in quei posti, piccola parentesi: avete visto qualche foto dei castelli scozzesi? Magnifici. Insomma, mentre sognavo di correre nei prati verdi e imbattermi in un Jamie del posto bum, ho visto che visit scotland mette in palio un viaggio per due persone per visitare la Scozia! Posso non scriverlo sul blog, mi sono detta? Chissà quante amanti della Scozia ci sono come me (della Scozia è, che andate a pensare!!) Fatto sta che questo post ha scavalcato un altro, di tutt’altro argomento che era già pronto per essere pubblicato oggi. L’ente del turismo scozzese mette in palio un soggiorno: Ceilidh 2016, per due persone per 7 notti, a questo link tutti i dettagli del viaggio, ma vi […]

Quest’estate tutti in Scozia! Outlander dal libro di Diana Gabaldon alla serie tv di Starz

Quest’estate tutti in Scozia! Outlander dal libro di Diana Gabaldon alla serie tv di Starz

Quando circa un anno fa avevo saputo che Ronald D. Moore, papà della serie cult di Battlestar Galatica, aveva in mente di portare sul piccolo schermo le vicende di Diana Gabaldon autrice della saga di Outlander, ne sono stata subito felice. Chairisco subito però che io il libro non l’ho amato per niente anzi, per certi versi mi aveva molto infastidito. La mia felicità proveniva da una commistione di cause che anticipavano una serie tutt’altro che banale. Eh sì, perché in fin dei conti quando nel lontano 2010 (o era ancora prima?) mi ero fatta convincere a comprare e poi leggere quel tomone gigante di Oulander (in Italiano la Straniera riedito in occasione del debutto della serie tv da Corbaccio) ero piena di aspettative; se ne parlava così bene che nessuno mi aveva preannunciato che mi sarei trovata davanti un romance in tinte fantasy con lunghi momenti di noia e spruzzate di sadismo qui e lì.