#TheDollEvolves: Il 2016 sarà l’anno dell’evoluzione della Barbie

#TheDollEvolves: Il 2016 sarà l’anno dell’evoluzione della Barbie

  Se penso a un giocattolo che ha unito generazioni di ragazze, la prima cosa che viene in mente è la Barbie. Non c’era un Natale in cui nella letterina per Babbo Natale non fosse presente una Barbie (la Barbie fior di pesco è stata l’oggetto del desiderio per due interi anni!) o un oggetto a essa collegata: la casa di campagna, il parrucchiere, la macchina. La Barbie è sempre stata il prototipo di donna che inconsciamente, noi bambine, abbiamo trovato attraente e in una certa misura, da emulare: Bella, atletica, con due metri (in scala) di gambe, appagata nel lavoro e nella famiglia. Per queste caratteristiche di bellezza estrema è stata anche ciclicamente criticata come un gioco poco pedagogico, non in grado cioè di mostrare il vero corpo della donna, che sappiamo bene essere costantemente sotto la lente d’ingrandimento.