Chiamami col tuo nome: 5 motivi per cui ho amato il film di Luca Guadagnino

Chiamami col tuo nome: 5 motivi per cui ho amato il film di Luca Guadagnino

Chiamami col tuo nome è sulla bocca di tutti, se ne parla ovunque e sta raccogliendo una quantità di premi inaspettata per un film indipendente. Avendo letto il libro di Aciman anni fa e avendolo amato profondamente mi sono avvicinata al film con un po’ di timore e tanta aspettativa, si sa quando i libri colpiscono profondamente poi è difficile rivederli e amarli sul grande schermo. Nonostante ciò aspettavo da tanto l’uscita di Call me by your name e quindi non ho indugiato oltre e appena ho potuto l’ho visto (in lingua originale, che ve lo dico a fare. Mi pare scontato per tutti i film, ma per questo in cui ci sono in ballo tre lingue, ancora di più!). Come è avvenuto per il libro, Chiamami col tuo nome mi ha assorbito in una bolla di due ore, lasciandomi scombussolata dalla bellezza con cui viene narrata la storia di Oliver e Elio. L’ho amato questo film, veramente tanto soprattutto per l’universalità della storia raccontata che va ben al di là di quello che i critici italiani stanno bollando come “amore gay” (che non ho ancora capito cosa sia!), o meglio capisco l’includerlo nella macro categoria dei film LGTB, ma è anche […]

Gaga: Five Foot Two, Ecco perchè dovresti vederlo anche se non sei una fan di Lady Gaga

Gaga: Five Foot Two, Ecco perchè dovresti vederlo anche se non sei una fan di Lady Gaga

Perché dovresti guardare il documentario di Lady Gaga, Gaga: Five Foot Two anche se non sei un vero fan della popstar? Proverò a spiegartelo io, che ho visto il documentario incitata da mia sorella. Mi piace Gaga, ma non una sua fan sfegatata e non sono mai andata ad un suo concerto, quindi sono la persona giusta per spiegarvi perchè, secondo me, questo è un bel documentario a prescindere. Lady Gaga, Gaga: Five Foot Two, è il documentario che segna il ritorno alle scene di Lady Gaga, rilasciato il 22 settembre da Netflix (sempre sia lodato, lo sapete, no?) fotografa la vita di una delle cantanti/artisti che hanno fatto più parlare di se negli ultimi anni. L’evoluzione dall’abito di carne fresca a jeans e t-shirt bianca, viene spiegato molto bene dalla stessa Gaga, mostrando anche la crescita faticosa di un’artista donna nello show business: Tutte le volte che mi chiedevano di essere sexy, o pop, ho aggiunto sempre qualche assurdità, così da avere sempre il controllo delle cose», Se devo essere sexy ai VMA e cantare un brano sui Paparazzi, lo farò morendo dissanguata sul palco ricordando a tutti quello che la fama ha fatto a Marilyn Monroe. Si capisce […]

La pazza gioia di Paolo Virzì, un turbinio di emozioni tra ironia e disperazione

La pazza gioia di Paolo Virzì, un turbinio di emozioni tra ironia e disperazione

  La pazza gioia, ultima fatica di Virzì è uscito ieri nelle sale cinematografiche italiane; l’avevo puntato già dal primo trailer che avevo visto per caso in sala mesi fa. Era finiti dritto, dritto nell’elenco dei film da vedere al cinema, così approfittando della programmazione favorevole di un cinema di quartiere, che preferisco di gran lunga alle multisala, sono andata proprio il primo giorno di uscita del film.

Il sospetto: di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen, un film per riflettere

Il sospetto: di Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen, un film per riflettere

Grazie all’arrivo di Netflix in Italia (sempre sia lodato!) ho potuto recuperare un film che mi aveva incuriosito sin dalla sua uscita: Il sospetto film diretto e prodotto da Thomas Vinterberg con Mads Mikkelsen, per i serial tv dipendenti che passano da qui: sì è l’Hannibal Lecter di Hannibal. Il Sospetto è un film che ho visto una sera di Dicembre, quasi per caso  seguendo il consiglio di Netflix, ma con un’aspettativa non indifferente. Jagte, in danese si chiama così, è stato molto acclamato nelle stagioni degli awards 2012/2014 ( nominato, nella categoria Migliro Film Straniero, vinta da Sorrentino con La grande bellezza) e vincendo anche una serie di prestigiosi riconoscimenti.

Colpa delle Stelle: malattie e amore osservati da una prospettiva interessante

Colpa delle Stelle: malattie e amore osservati da una prospettiva interessante

Quando un film si posizione alla vetta della classifica del botteghino e ci resta per ben due settimane senza che la sua posizione venga scalfita neanche dalle nuove uscite si può sicuramente gridare al successo. E’ questo il caso di Colpa delle Stelle, film che secondo Cinetel ha sfiorato 4 milioni di euro. Diretto da Josh Boone, The Fault In Our Stars (in Italiano Colpa delle stelle) è tratto dall’omonimo e acclamato libro di John Green è narra le vicende di Hazel Grace, 17 anni malata di cancro terminale alla tiroide e Augustus Waters, 18 anni, cancro osseo in remissione da 14 mesi. I due ragazzi condividono un senso dell’humor molto spiccato e una visione cinica della vita, in parte a causa della malattia che li ha colpiti.

Pride: un film da vedere!

E’ l’estate del 1984, Margaret Thatcher è al potere e il sindacato nazionale dei minatori è in sciopero, un gruppo di attivisti gay e lesbiche decidono di mobilitarsi per raccogliere fondi per gli scioperanti e le loro famiglie. Destinatario di questa solidarietà spontanea è il villaggio minerario nel Galles. Questo è a grandissime linee da dove parte Pride, film britannico diretto da Matthew Warchus che ha destato reazioni positive sia dalla critica sia dal pubblico e non è difficile capire perché. Pride ridona fiducia nel genere umano raccontando una storia di solidarietà durante una pagina nera della storia britannica, quando sotto la guida della Thatcher vennero violati ripetutamente i diritti civili elementari di molti gruppi sociali britannici portando, di fatto, a una sospensione della democrazia in Inghilterra.

Dallas Buyers Club: un film che vi entrerà dentro

Se state seguendo, da bravi cine dipendenti, la stagione degli awards 2014, avrete sentito nominare ormai fino allo sfinimento Dallas Buyers Club, sulla bocca di tutti ormai grazie ai due attori protagonisti: Jared Leto e Matthew McConaughey che stanno facendo incetta di awards. Una cosa che mi ha sorpreso, in questi giorni, è stato apprendere che entrambi gli attori sono vittime di molti pregiudizi: il primo perché ritenuto principalmente un cantante – falso, perché Jared Leto ha sempre portato avanti le due carriere in modo parallelo – il secondo a causa della sua filmografia passata, piena di commedie romantiche o film poco impegnati. Ecco, per togliersi qualsiasi dubbio in proposito consiglio di vedere Dallas Buyers Club.

Somewhere il film di Sofia Coppola- e quindi?

Somewhere il film di Sofia Coppola- e quindi?

Somewhere, premiato a Venezia con il leone d’oro, ultimo film di Sofia Coppola, era da 10 giorni che dovevo andare a vederlo oggi complice il brutto tempo sono andata allo spettacolo del tardo pomeriggio. Parliamo appunto di un film che ha vinto il leone d’oro cioè non il Razzie Awards, insomma.Quindi è naturale avere un’aspettativa medio-alta, cavolo ne parlano tutti come di un capolavoro, anche se ricordo che alla proclamazione a Venezia qualcuno a storto il naso e io da brava esterofila ho anche pensato :- “che provinciali questi giornalisti, vogliono solo che vinca un film Italiano, del resto poco gli importa” e invece beh, io non ho visto nessun capolavoro. Brevemente: Jhonny è un attore conosciuto di Hollywood, vive in un albergo, è triste e depresso, conduce una vita sregolata priva di legami veri, in viaggio continuo per promuovere film.

Brevi chiacchiere sui Film: Christmas Carol, The Ugly Truth e Vincere

Brevi chiacchiere sui Film: Christmas Carol, The Ugly Truth e Vincere

A qualsiasi lettore sarà capitato il famoso blocco. Mi sono resa conto di essere satura di libri, di storie e mi sono presa una lunga pausa, terminata (forse!) in questi giorni, con la lettura della Graphic Novel La neve se ne frega, anni fa avevo letto il libro e mi era innamorata della storia così commovente e delicata e la la graphic Novel non fa certo rimpiangere il libro. Ma questo vuole essere un post sui film visti di recente, infatti, se non ho letto, sono andata al cinema.