Benefit ha scelto una modella con la sindrome di down come testimonial!

Benefit ha scelto una modella con la sindrome di down come testimonial!

Benefit, qualche settimana fa ha segnato la storia della pubblicità nel make up usando una modella con la sindrome di Down per promuovere il suo nuovo Eyeliner liquido Roller Liner. Kate Grant, questo è il nome della fortunata è la prima ambassador con la sindrome di down, utilizzata in campo beauty. Una scelta lungimirante e che dimostra la voglia di includere dell’azienda cosmetica.

“Abbiamo scoperto Kate per caso nell’estate del 2018, quando abbiamo visto un video di Facebook sul suo percorso per diventare modella”, ha detto al Daily Mail un rappresentante di Benefit . “Ci siamo subito innamorati di lei.”

Un successo annunciato

Benefit, una settimana fa circa, ha postato sul profilo instagram, la foto di Kate Grant in posa con l’eyeliner. Il post ha avuto molto successo e ha collezionato migliaia di like e commenti. Questo ha indotto Benefit ha chiedere alla modella di diventare un’ambasciatrice ufficiale del marchio. Benefit è stata attratta dalla sua “grande energia” e l'”incredibile gusto per la vita”.
“Incarna tutto ciò che rappresentiamo come marchio, quindi eravamo coscienti che dovevamo trovare un modo per lavorare con lei”, ha concluso il portavoce dell’azienda al Daily Mail.

 

La moda e il make up si rinnovano

Storie di inclusione in un mondo così rigido come quello della moda e del beauty fanno sempre piacere, soprattutto perchè la bellezza della diversità viene sottolineata. Negli ultimi anni sono stati fatti passi da gigante in questo senso, con l’inclusione di modelle di tutte le taglie ( a questo proposito ti consiglio il post su Asos e l’uso di photoshop) e di etnie diverse.
Gli essere umani sono tanti e diversi ed è giusto che tutti vengano rappresentati. Nel caso di Benefit è bello sapere che ora, quando una ragazza con la sindrome di down seguirà il profilo della sua azienda make up del cuore, troverà qualcuno a rappresentare anche lei, questo l’aiuterà a sentirsi meno diversa e meno sola.

Il trucco è di tutti

A questo proposito anche la madre di Kate ha commentato il traguardo raggiunto dalla figlia:

Ha tanta voglia di essere una top model. Amo il suo ottimismo, sta facendo strada a chi verrà dopo di lei. La sindrome di Down non definisce chi è, vuole diffondere consapevolezza sull’inclusione per le persone con disabilità.

E’ ovvio che Benefit è un’azienda commerciale che come primo obiettivo ha quello di vendere e far salire i suoi proventi, ma questo non toglie che anche e soprattutto le aziende commerciali siano responsabili di un messaggio. Il trucco nasce proprio per migliorarci, permette di camuffare piccoli difetti e farci stare meglio.
Avevo parlato in un vecchio post del valore terapeutico del make up, se lo vuoi leggere è qui: La mia Make Up Routine: quando un po’ di trucco può cambiarti la giornata.

Benefit, con questa scelta, ha reso chiaro il messaggio che il trucco è di tutti e per tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.