La mia skin care routine, primavera-estate

La mia skin care routine, primavera-estate

La natura ti da la faccia che hai a vent’anni; è compito tuo meritarti quella che avrai a cinquant’anni

Coco Chanel ci ha insegnato che se vogliamo una pelle sana che non sopperisca agli attacchi dei radicali liberi, dobbiamo curarla. Io sin da molto giovane, ho sempre prestato una grande attenzione alla cura giornaliera e settimanale della pelle sempre tenendo presente che less is more, quindi pochi accorgimenti e prodotti ma costanti.

La skin care routine è qualcosa di molto personale; regole, abitudini e prodotti che vanno testati nel lungo tempo per capire cosa è meglio per la propria tipologia di pelle.
Io vado molto a periodi e mi piace cambiare e testare cose nuove, quindi a parte eccezioni per alcuni prodotti del cuore, la mia routine è sempre in divenire.

La mattina

Alla mattina mi detergo il viso con un detergente a risciacquo, ora sto usando Gel detergente Viso purificante alla Mela e Bambù di Delidea, che trovo delicato e lavante al punto giusto. La consistenza è quella di un gel e serve veramente pochissimo prodotto per questo motivo trovo un rapporto qualità/prezzo molto buono; una confezione da 50 ml mi è bastata per oltre tre mesi.
Subito dopo aver lavato il viso e tamponato, procedo con la crema idratante. Avendo superato ormai i 30 ahime, scelgo ormai da un paio di anni una crema specifica antiage per prime rughe che non appesantisca ma che faccia il suo lavoro di prevenzione. Ora sto usando il fluido di erboristica, è corposo ma non untuoso per questo lo trovo adatto come base prima del fondotinta, l’unico neo di questa crema è la mancanza dell’spf. Essendo molto bianca di carnagione, generalmente dalla primavera uso sempre una crema con protezione ma avendo la pelle mista cerco di scegliere un solo prodotto per evitare di appesantire la pelle.
In linea di massima concludo la beauty routine della mattina con un contorno occhi, anche se devo essere onesta e a volte salto questo passaggio; ho testato alcuni contorno occhi idratanti ma per ora nessuno mi ha colpito tanto da rendere irrinunciabile l’uso. Ora sto usando Contorno Occhi Borse Occhiaie Vitis e Melograno di Delidea, molto leggero e leggermente colorato. Devo dire che la prima volta che ho usato questo prodotto sono rimasta un po’ spiazzata perché sembra quasi un contorno occhi, in realtà non colora la pelle e non copre le discromie, il colore del fluido si promette di illuminare leggermente il contorno occhi ma sinceramente non so se questo effetto su di me si noti.

beauty routine-2

La sera

Alla sera mi concedo qualche prodotto in più, avendo una pelle a tendenza mista ho imparato con il tempo a concentrare le cure per la pelle prima di andare a letto.
Mi strucco con l’acqua micellare, prodotto ormai irrinunciabile. Uso da più di un anno l’acqua micellare, viso, occhi e labbra di venus e devo dire che mi trovo benissimo: strucca bene e non rischio di perdere l’uso della vista per 5 minuti, come mi è accaduto con altri struccanti occhi.
Se ho un trucco occhi scuro, strucco gli occhi con il Take The Day Off di Clinique; sto usando una mini taglia e il risultato sugli occhi è eccezionale, scioglie il trucco senza dove sfregare molto, sono tentata di provare prima o poi la versione in balsamo, ovvero il Take the Day Off Cleansing Balm. Lavo poi il viso con il detergente che uso anche alla mattina e procedo con il tonico.
Questo è un passaggio nuovo per me che ho rintrodotto proprio in queste ultime settimane. Quando ero molto giovane avevo la mia combo latte detergente + tonico e li usavo in modo diligente, poi crescendo ho perso quel passaggio che invece viene ritenuto fondamentale, soprattutto per chi come me ha la pelle tendenzialmente mista con punti neri. Quindi mi sto impegnando per non saltarlo mai.
Sto usando una travel size Biotherm la  Biosource lotion tonifiante della quale però non posso dirvi nulla, se non che lascia una buona sensazione sulla pelle; lo applico picchiettando con il dischetto come mi aveva insegnato anni fa la mia estetista.
A questo punto procedo con il siero. Sto finendo, diciamo che so raschiando il fondo da giorni, lo Ialuron plus all’acido ialuronico di Bottega verde che mi è piaciuto molto, l’ho usato per quasi un anno e devo dire che fa il suo lavoro: pelle più compatta e luminosa già dopo un paio di settimane costanti di utilizzo. Ha un dosatore con contagocce e io ne uso solo tre sul viso e collo, massaggiando bene.
Termino la mia routine serale con la crema per il viso; in inverno uso una crema specifica per la notte perché sento maggiormente l’esigenza di idratare la pelle,in estate invece generalmente se la crema da giorno non ha spf come quella che sto usando ora dell’erboristica, la uso anche di sera.

Coco Chanel

Ogni tanto:

una volta a settimana, genialmente di domenica, faccio uno scrub e una maschera viso. Per lo scrub sto terminando, Scrub mask Albicocca di bottega verde, molto scrubbante, non il mio preferito per la verità. Per quanto riguarda la maschera preferisco prepararla io in base all’ispirazione del momento. Miscelo un po’ di amla, argilla verde e ghassoul con acqua e qualche goccia di tree tee oil e lascio in posa per 15/20 minuti, inumidendo la maschera se noto che si secca.

Ogni tanto faccio una pulizia più profonda con FACE CLEASING IMETEC, usando la spazzolina per pelli sensibili. Per la mia tipologia di pelle ho appurato, dopo varie prove, che non posso usarla tutti i giorni ne tanto meno una volta a settimana in modo sistematico, quindi la utilizzo in media ogni dieci giorni e in questo modo mi trovo bene, la pelle risulta ben pulita con un colorito sano.

Un beauty routine essenziale che come dicevo all’inizio del post cambia in base alle scoperte che faccio e ai prodotti che testo; mi impegnerò a trovare un buon contorno occhi intanto, se voi ne conoscete qualcuno consigliate pure e soprattutto raccontatemi la vostra beauty routine.